Gestione completa di un edificio: ecco perché il facility management è la risposta

Ci sono edifici che hanno bisogno di una gestione a 360 gradi. Pensiamo agli ospedali in assoluto di più grandi dimensioni, agli immensi edifici industriali, a tutti quei luoghi in cui lavorano ogni giorno centinaia e centinaia di persone. Sono edifici che devono essere sottoposti ad adeguata manutenzione, in cui c’è bisogno di disporre di portieri e facchini, in cui c’è un magazzino da dover gestire e molto altro ancora. Sino a qualche anno fa, si era soliti fare affidamento su molte diverse realtà per poter rispondere in modo preciso e mirato a tutte queste diverse esigenze. Ma non sarebbe meglio avere un solo ed unico referente per tutte queste esigenze? Chi pensa che una gestione centralizzata sia la scelta migliore, dovrebbe fare affidamento su un servizio di facility management.

Facility management per la gestione completa di un edificio

Laddove c’è una complessità di questa tipologia, il facility management è la risposta. Si ha infatti un solo interlocutore, un solo referente, un solo numero da chiamare per tutti i servizi di cui si ha bisogno. I servizi vengono gestiti in modo centralizzato e in maniera integrata, così che sia possibile coordinarli alla perfezione tra loro. Essendoci un unico protagonista, la continuità operativa è sempre garantita, così come il mantenimento della qualità del servizio. Inoltre un esperto in facility management potrà garantire anche una valida risoluzione delle eventuali emergenze in cui è possibile incorrere.

Tutti i servizi che possono scendere in gioco nel facility management

Chi si occupa di facility management può garantire la gestione di molti servizi, gli uni connessi agli altri, in un’integrazione completa:

  • Pulizia e sanificazione. Ogni ambiente dell’edificio viene sottoposta ad una pulizia costante e quotidiana e ad una sanificazione professionale. In questo modo gli ambienti possono risultare accoglienti e salubri al cento per cento. Ci rendiamo conto che da quando ha preso il via la pandemia da Covid 19 è per molte persone complesso capire la differenza tra pulizia, sanificazione, igienizzazione, sterilizzazione. Per questo, rimandiamo a questo link del Ministero della Salute.
  • Gestione degli impianti. Gli impianti di ventilazione dell’aria, l’impianto elettrico, di condizionamento, di calore, l’impianto dell’acqua devono essere gestiti in modo attento. Cosa significa una loro gestione? Significa sottoporli a controlli periodici e intervenire in caso di problemi tempestivamente per far sì che funzionino sempre alla perfezione.
  • Gestione impianti IT e di sorveglianza. Sono ormai molti anche gli impianti IT presenti in ogni edificio, così come gli impianti di sicurezza e di videosorveglianza. Anche in questo caso manutenzione, controllo, interventi tempestivi in caso di problemi devono essere sempre garantiti.
  • Manutenzione immobili. Ogni edificio incorre nel corso del tempo ad alcuni piccoli problemi. Luci che non funzionano, prese elettriche che devono essere cambiate, infissi usurati, pareti che sono andate incontro ad umidità e muffa, questi sono solo alcuni dei piccoli problemi in cui è possibile incorrere. Con una manutenzione periodica questi problemi vengono risolti sul nascere, così che l’edificio sia sempre in perfetto stato, così che sia possibile risparmiare soldi dato che i lavori sono meno ingenti e non bloccare l’attività lavorativa di nessuno.
  • Portierato, accoglienza, vigilanza, facchinaggio, gestione magazzini. Questi sono servizi accessori, molto utili negli edifici in assoluto di più grandi dimensioni, in cui lavorano molte persone. Se condotti in modo professionale e prestando attenzione alle esigenze di tutti, possono davvero fare la differenza.
  • Cura del verde. Nel caso in cui siano presenti giardini, terrazzi, balconi, ma anche piante indoor, è necessaria una loro cura costante. Il rischio altrimenti è che il verde muoia e che quindi la resa estetica dei propri spazi possa davvero venire meno. Con una cura costante, il verde potrà dirsi sempre bello e rigoglioso.

Progettazione e realizzazione di un prodotto: quando e perché fare affidamento su un servizio di ingegneria di processo

Progettare un prodotto, svilupparlo, realizzarlo, immetterlo sul mercato. È un processo lungo e complesso, su questo non ci sono dubbi. Se l’idea è buona, questo processo può portare i suoi frutti però nel giro di poco tempo. Quel prodotto può trasformarsi infatti in un grande successo, capace di portare un immenso guadagno economico.

Ci sono degli ostacoli al raggiungimento del successo che meritano di essere presi in considerazione. Come prima cosa, la qualità delle idee. Tutti credono di avere delle idee buone che meritano di essere sviluppate, ma siamo sicuri che sia davvero così? Inoltre è necessario valutare i costi di produzione, che se eccessivamente elevati potrebbero comportare delle problematiche importanti. Oltre a valutare i costi, è necessario trovare il modo di ottimizzare i processi, al fine di tenere a bada le spese ma anche di velocizzare la produzione. Tutto questo può risultare complesso, ostacoli che in modo autonomo possono essere quasi impossibile da superare. È qui che scende in campo l’ingegneria di processo. Facendo affidamento su un servizio di ingegneria di processo di alto livello, si ha la possibilità di gestire il tutto al meglio.

Il servizio viene condotto da persone esperte e con una laurea apposita. Sono molti i corsi di laurea in Italia e nel mondo infatti che permettono di diventare ingegneri di processo a tutti gli effetti, come il corso dell’Università di Bologna ad esempio che è possibile scoprire a questo link.

Ingegneria di processo: in cosa consiste il servizio

Il servizio di ingegneria di processo entra in gioco prima della produzione. Entra in gioco al momento della progettazione stessa di un prodotto. Si parte con la valutazione della fattibilità e delle opportunità che quel prodotto potrebbe avere sul mercato. Ha senso spendere dei soldi in un prodotto infatti se questo può davvero vendere. Altrimenti, meglio evitare.

Si analizza poi il prodotto in modo dettagliato, in modo da comprendere quali processi far scendere in gioco per riuscire a minimizzare i costi di sviluppo e ad ottenere un processo di montaggio, assemblaggio, realizzazione che sia quanto più possibile efficiente. In questo modo si evita che la produzione abbia costi eccessivi. Si evita quindi che anche il prezzo per il consumatore finale sia elevato. Non ce lo possiamo permettere infatti in un mondo come quello odierno in cui per tutti risparmiare è una priorità.

Ingegneria di processo: qualità, controllo ma anche miglioramento in ottica futura

Ovviamente si presta attenzione anche alla qualità stessa. Va bene risparmiare, ma sempre riuscendo ad immettere sul mercato un prodotto di alto livello. È proprio infatti un buon rapporto tra qualità e prezzo ciò che il consumatore finale odierno cerca.

L’ingegneria di processo insomma controlla ogni singolo passaggio del processo produttivo, al fine di ottimizzare la produzione e di far sì che sia possibile e molto più semplice raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo servizio, su richiesta, può rientrare anche la formazione del personale di linea. In questo modo il cliente ha la possibilità di ottenere del personale che sa assemblare il prodotto in modo adeguato e che sa farsi carico dei diversi cicli del processo produttivo in autonomia.

Come è facile capire, il servizio di ingegneria di processo ha un costo che deve essere guardato come ad un vero e proprio investimento. Investendo in questo servizio, si ha modo di lavorare molto più efficacemente, di ottimizzare i processi, di raggiungere obiettivi elevati e quindi guadagnare di più. Un investimento che si ripaga da solo e che permette di ottenere entrate economiche davvero interessanti.

Idee regalo aziendali: i migliori per clienti e collaboratori

Quali sono le migliori idee regalo aziendali per i collaboratori e i clienti? Le aziende, ogni anno, si ritrovano a strutturare delle idee regalo per mostrare la propria gratitudine ai lavoratori: un modo molto carino per ringraziarli dell’ottimo lavoro svolto. 

Al contempo, però, il regalo è simbolo di attenzione da parte del datore: significa non dimenticare il loro prezioso contributo. Solitamente, i regali vengono condivisi durante le festività – Natale, Pasqua – e possono essere ottimi per gli eventi e i congressi fieristici.

Idee regalo aziendali: cosa sono

Che cos’è un’idea regalo aziendale? Che cosa offre e perché è considerata un potente strumento di marketing da non sottovalutare? Essere a capo di un’azienda non è affatto facile e bisogna sempre considerare il tasso di soddisfazione dei propri collaboratori.

Come fare per stupirli continuamente e mantenere vivo il loro interesse e gradimento verso il lavoro? Qualche regalo non guasta mai, così come i premi aziendali. I gadget aziendali, inoltre, costano poco e possono essere ordinati in stock piuttosto grandi, da 100 pezzi: tornano utili sia per i lavoratori che per i clienti.

Perché è importante fidelizzare il collaboratore (oltre che il cliente)

La fidelizzazione è alla base di ogni azienda. Ed è un concetto che ancora oggi rimane radicato nel marketing. Ringraziare i lavoratori per il lavoro svolto e gratificarli con un dono è probabilmente il modo migliore per mantenere alto il loro umore e la soddisfazione di lavorare per l’azienda.

È il motivo per cui si distribuiscono i calendari personalizzati ai clienti nel mese di dicembre: sono dei pensieri socialmente graditi, che porranno le vostre aziende in cima alle preferenze. 

Idee regalo aziendali: quali sono i migliori

Ci sono delle idee regalo aziendali migliori, da non sottovalutare? Assolutamente sì, per esempio ritroviamo le agende, le penne, le t-shirt e le tazze. Alcuni hanno un costo più elevato rispetto ad altri, ma indubbiamente vengono maggiormente apprezzati, come nel caso delle t-shirt e borse personalizzate. Tuttavia, anche le penne con logo possono essere un’idea semplice e accattivante al contempo.

Agende personalizzate

Estremamente utili e adatte in ogni occasione, donare un’agenda personalizzata con logo ai dipendenti è un ottimo modo per fidelizzarli e ringraziarli del duro lavoro svolto. Inoltre, se sono molto carine, le agende possono diventare un potentissimo strumento di pubblicità e marketing: non sottovalutate mai l’estetica di un gadget, anche se costa poco. 

Penne personalizzate

Appuntatevi le penne personalizzate tra i gadget aziendali più interessanti, perché offrono delle caratteristiche ben precise: costano poco e sono amate da tutti. Le penne sono utili, servono al lavoro e in casa, durante lo studio, all’università o a scuola. Essendo molte le situazioni in cui saranno utilizzate, permettono di ricevere continua pubblicità.

T-shirt personalizzate

Ottime anche le t-shirt personalizzate, in quanto verranno indossate dai lavoratori o dai clienti in alcune occasioni, portandovi notevole pubblicità. È un gadget originale, che promuove il passaparola ed è enormemente creativo. Invece di proporre sempre la stessa t-shirt, potete strutturarne di nuove a basso costo, vantando l’originalità tra i vostri valori aziendali. Sapersi reinventare è fondamentale in ogni settore. L’unico aspetto su cui non transigere è la qualità: da evitare i materiali scadenti.

Tazze personalizzate

Un gadget che tutti apprezzano e che decisamente può portarvi pubblicità è la tazza personalizzata. Oltretutto, si può scegliere per forma, colore, sfumature: non solo il logo o brand, dunque, ma anche un pensiero o una frase che conquista. Il consiglio che vi diamo è di strutturare il gadget in base all’evento o alla festività: potete pensare alla tazza con logo e una firma natalizia, progettata per evolversi e rimanere al passo con i tempi.

Archivi digitali per gestione documentale

I tradizionali e polverosi archivi cartacei che un tempo contenevano documenti, fogli, fascicoli e scartoffie varie, al giorno d’oggi sono sostituiti da archivi digitali, ovvero in file virtuali rilevati attraverso i metodi all’avanguardia delle lattura ottica. Questo sistema di rilevazione e gestione di documenti offre innumerevoli vantaggi e permette di risparmiare una gran quantità di tempo e di denaro, oltre che di rendere il lavoro di ricerca facile, veloce e preciso.

Lettura ottica per acquisizione documenti

Per trasformare un archivio cartaceo in una serie di file digitali l’operazione è abbastanza semplice, ma deve essere condotta da una delle molte aziende specializzate in lettura ottica e digitalizzazione documenti. Realtà tutte italiane come Datasis, consultabile al sito www.datasis.it svolgono questo tipo di lavoro su documenti di ogni tipo.

In poche parole, si tratta di trasformare i documenti e fascicoli di carta in file virtuali, attraverso le tecnologie a lettura ottica, che permettono di rilevare la scrittura in modo automatico e immediato, senza dover quindi ricorrere a trascrizioni e copiature. La lettura ottica può applicarsi a moltissimi tipi di documenti, da quelli necessari per lo svolgimento di prove concorsuali nella pubblica amministrazione o presso enti privati, fino a questionari e test di ammissione.

Solitamente si ricorre alla gestione documentale digitale per documenti dall’ingente mole, difficilmente classificabili e catalogabili, come spogli elettorali, documenti che utilizzano chiavi di ricerca particolari e speciali documenti che necessitano di una suddivisione e classificazione automatica.

Ma non è tutto: sempre più aziende decidono ogni giorno di svecchiare i propri archivi e di passare al digitale, con i notevoli vantaggi e benefici che ciò comporta in termini di risparmio di tempo e non solo. La lettura ottica viene utilizzata al giorno d’oggi anche per rilevare bolle, fatture e ordini di ogni tipo, per acquisire protocolli e dati fiscali come dati relativi alla produzione, spese varie e rilevazione di presenza ecc.

I vantaggi di un archivio digitale

Archiviare in digitale, attraverso il procedimento innovativo della lettura ottica, significa trasformare interi archivi cartacei in informazioni digitali riconoscibili e leggibili da qualsiasi computer o dispositivo. L’operazione di lettura ottica interpreta e trasforma la scrittura attraverso speciali software, appositamente sviluppati per permettere al computer di capire, gestire e catalogare le informazioni.

I software OCR, a differenza delle banali scansioni, digitalizzano qualsiasi tipo di documento rilevando la presenza di lettere e numeri, e trasformandolo in un file modificabile, privo di errori al 100% e soprattutto fruibile in qualsiasi momento. Le tecniche di lettura ottica vengono impiegate anche per acquisire manoscritti, codici a barre e segni di penna o spunta, con un tasso di affidabilità altissimo.

Trasformare i documenti reali in file digitali significa avere la possibilità di immagazzinare un’enorme quantità di informazioni contenute dentro un piccolo hard disk: ciò vuol dire risparmiare spazio e denaro speso nella gestione dell’archivio fisico.

Ma lo spazio guadagnato non è il solo vantaggio derivante dalla digitalizzazione degli archivi.
Pensiamo ai tempi impiegati per cercare e trovare un documento cartaceo tra migliaia di documenti e fascicoli, con il rischio di sbagliarsi, di commettere errori e di non trovare quello che stiamo cercando.

Tutto ciò, grazie ai metodi di archiviazione digitale non sarà più un problema, perché i tempi di recupero di un file digitale sono immediati: con pochi click si identificherà il documento richiesto e lo si potrà visionare e utilizzare con la certezza di riporlo poi nel suo giusto posto. I rischi frequenti legati all’archiviazione manuale di smarrire o posizionare in modo scorretto un documento sono del tutto assenti con i metodi di nuova generazione.

Passare da un archivio cartaceo a uno digitale vuol dire, in breve, ridurre considerevolmente i costi, risparmiare spazio e tempo, aumentare la produttività e l’efficienza di un’azienda e usufruire di sistemi altamente efficaci, collaudati e precisi.