Anche le donne giocano: differenze e particolarità rispetto agli uomini

Il mondo del gioco d’azzardo, terrestre e online, è in costante evoluzione e aggiornamento. Oggi, soprattutto, chiunque gioca e lo fa in totale comodità grazie a dispositivi e giochi di ultima generazione, oltre a disporre di app per giocare online in modo sicuro.

Anche le donne, nell’ultimo decennio, hanno cambiato radicalmente il modo di pensare al gambling e i loro comportamenti di gioco differiscono notevolmente da quelli degli uomini. Il settore si è mosso anche per l’integrazione delle donne, in un mondo che – fino a pochi decenni fa – era esclusiva del genere maschile.

Le abitudini delle donne scommettitrici

Un sondaggio recente dimostra come le abitudini di donne e uomini, nel mondo del gioco, differiscano e non di poco. La prima differenza è il “come”: in genere, le donne giocano in compagnia nelle sale da gioco, cogliendo la possibilità della vincita come un’occasione di convivialità. Le attività preferite sono quelle che richiedono meno attenzione dal punto di vista psicologico, proprio in virtù della convivialità della situazione: slot machine, lotterie, bingo, sono i giochi preferiti da praticare in compagnia.

Anche l’atteggiamento di fronte alle perdite risulta diverso: la frustrazione di una sconfitta viene gestita diversamente. Così, mentre gli uomini intervistati dichiarano di manifestare spesso rabbia che può sfociare in aggressività e comportamenti violenti, le emozioni più citate dalle donne sono tristezza o angoscia, mentre tra le reazioni fisiche la più menzionata è stata il pianto.

Ludopatia, i rischi

Nella storia del gioco d’azzardo, il ruolo delle donne non sempre è stato marginale ma esistono anzi storie di vere e proprie campionesse che hanno scritto la storia del gambling, soprattutto nel poker. Ma uno dei problemi secondari legati al gioco è quello della ludopatia.

Come si sviluppa? Secondo il sondaggio, il fattore scatenante risiede in emozioni negative come noia e solitudine. Le donne giocatrici che soffrono di solitudine risultano maggiormente a rischio di sviluppare dipendenze. Le donne che, invece, scelgono la serata al casinò come luogo di ritrovo con le amiche presentano un rischio decisamente inferiore di incappare in una dipendenza da gioco.

Packaging ed imballaggi online, a chi rivolgersi?

Sei alla ricerca di packaging per la tua azienda? VS Packaging potrebbe sicuramente essere la scelta che fa maggiormente al caso tuo. Tale infatti offre serietà, servizi di altissima qualità e tutto ciò di cui potresti avere bisogno quando si parla di imballaggi e scatole per i tuoi contenuti da offrire sul mercato. Insomma, non può che essere la scelta perfetta per te e per le

Per poter scoprire ulteriori dettagli in merito a VS Packaging e tutto ciò che devi conoscere sugli imballaggi, non possiamo fare altro che consigliarti di continuare nella lettura del nostro articolo, poichè analizzeremo ciò che ti sarà utile sotto questo punto di vista. Ti auguriamo quindi una buona lettura!

Come funziona il servizio di VS Packaging?

Il servizio di VS Packaging è realmente intuitivo: si tratta di un’azienda che opera totalmente online, per cui sarà unicamente necessario ordinare dal sito, il quale è già predisposto come e-commerce.

E, nel caso in cui avessi bisogno anche di un supporto con gli agenti dell’azienda stessa, sarà possibile chiamare un numero di telefono gratuito oppure inviare una mail: il servizio clienti di VS Packaging ti risponderà il prima possibile fornendoti l’assistenza necessaria al tuo acquisto.

Ci sono davvero tantissimi motivi per cui ci teniamo fortemente a consigliarti l’uso di VS Packaging per poter ottenere dei servizi di realizzazione di packaging per la tua azienda.

In primo luogo possiamo individuare la qualità del servizio, dei materiali, ma anche la serietà dell’azienda. I prezzi sono inoltre particolarmente competitivi rispetto a ciò che potresti trovare nei negozi fisici oppure in altri negozi virtuali operati da altre aziende del settore degli imballaggi.

La grande azienda VS Packaging è in grado di mettere a disposizione dei suoi clienti un’ampia gamma di packaging che possono essere ordinati, ed è anche questo uno dei tantissimi vantaggi per cui scegliere questo brand non può che essere la scelta migliore per chiunque.

Si potranno quindi ordinare nastri adesivi, contenitori alimentari, scatole di cartone, pluriball, film retraibili, ognuno semplice, ma anche brandizzato, per cui che indica in maniera visiva il nominativo dell’azienda.

Eccoci così alla fine del nostro articolo in cui abbiamo nel dettaglio analizzato ciò che devi assolutamente conoscere in merito a VS Packaging e alla realizzazione dei packaging per la tua azienda.

Innovazione digitale: perché è la nuova frontiera del business

La nuova frontiera del business, oggi, si chiama innovazione digitale e coinvolge i diversi settori dell’economia, come testimonia il fenomeno della digital economy che ha visto con la pandemia una forte accelerazione. 

La digitalizzazione aziendale è sempre più al centro della politica non solo delle diverse realtà economiche, PMI e multinazionali, dei governi italiano ed Europeo. Non è un caso, quindi, se risulta uno dei capisaldi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza insieme agli altri due trend attuali quali ecologia e inclusione. 

L’innovazione digitale rappresenta, pertanto, il perno attorno a cui ruotano tutti gli altri processi produttivi ed è quindi sempre più urgente da conseguire. Come? La domanda è lecita e porta alla ricerca di risposte che possono sembrare semplici ma che in realtà non lo sono affatto. 

Digitalizzazione: significato

Se andiamo ad analizzare il significato della parola digitalizzazione scopriamo, sostanzialmente, che si tratta di un processo di conversione di informazioni che si trovano così trasmesse e registrate

La digitalizzazione aziendale è, se vogliamo andare ancora più a fondo, l’utilizzo di dati e tecnologie digitali in modo da portare ai massimi livelli i processi aziendali dove al centro risulta esserci la gestione delle informazioni. 

Già da queste definizioni è evidente come la digitalizzazione sia un concetto tutt’altro che semplice e risulti, al contrario, piuttosto complesso. Un fenomeno che è di recente introduzione e che richiede ancora l’attenzione delle attuali ricerche in termini di ottimizzazione e sviluppo. Per le aziende avere dimestichezza con i fattori legati all’innovazione digitale è sempre più cruciale, essendo l’applicazione di queste informazioni presente a più livelli, secondo un processo di condivisione intenso e particolare, applicato anche alle attività empiriche. 

Avere competenze specifiche in innovazione digitale è, quindi, indispensabile, non a caso stanno nascendo dei corsi come quello proposto da Lapetre che offre non solo un percorso formativo all’avanguardia ma anche certificato, conseguibile interamente online attraverso lezioni virtuali e webinar. Un master che trova riscontro nelle certificazioninegli Standard ISO 56000, riconosciute riconosciuti a livello italiano, europeo e internazionale utileutili, oltre che per garantire operatività all’azienda, un possibile futuro accesso agevolato ai diversi bandi europei che nel 2022 saranno un’opportunità da non lasciarsi scappare per gli imprenditori italiani.

Innovation management: perché fare un corso

Un master in innovation management rappresenta un valore aggiunto da non sottovalutare per chi opera nel settore della digitalizzazione aziendale ed è rivolto in modo particolare a direttori generali, imprenditori, manager, consulenti, responsabili engineering e R&D, per i quali rappresenta uno strumento con cui gestire tutto quanto offerto dal digitale per migliorare il “core business” della propria realtà operativa.

L’innovation management consente al professionista e all’azienda con cui collabora di dare valore e solidità alla propria reputazione in ambito internazionale: può certificareattestare, infatti, di avere competenze reali per quanto riguarda l’innovazione digitale. Qualcosa destinato a conoscere ancora più sviluppo e per cui essere preparati e competenti è sempre più necessario, in modo da essere pronti ad affrontare un futuro che non è più prossimo o remoto, ma già arrivato. A portata di clic.

Trading online: come trovare le piattaforme più sicure e interessanti

I siti che consentono ai propri clienti di speculare online sono in costante crescita. Solo negli ultimi due anni stiamo parlando di un aumento di oltre il 30%, considerando esclusivamente il numero effettivo di siti disponibili. Scegliere quello da utilizzare è quindi sempre più complesso, anche perché spesso sulla carta le proposte sembrano molto simili tra loro. Una delle caratteristiche che è importante verificare, a volte sottostimata, riguarda il luogo in cui ha sede la società che gestisce il sito. Oltre che ovviamente la sicurezza del sito, ossia il fatto che non si tratti di un raggiro di qualche tipo.

Trovare le piattaforme più interessanti
Avere a disposizione un ampio numero di proposte porta che si avvicina al mondo del trading online alla necessità di scremare tali offerte, in modo da fare la propria scelta esclusivamente all’interno di un panorama più ristretto. Tra quelle che sono considerate le migliori piattaforme trading italiane, non tutte hanno una sede della società nel nostro Paese; si tratta però di siti che possiedono una sede almeno all’interno della comunità europea. È una caratteristica che molti trader alle prime armi non considerano, ma che invece offre interessanti risvolti.

Speculare in modo legale
Un altro elemento da considerare consiste nel fatto che è bene prendere parte a speculazioni autorizzate nel nostro Paese e in Europa. Le leggi europee in fatto di trading con strumenti derivati sono più restrittive rispetto ad altre zone del mondo. Ciò che il trader deve sapere è che prendere parte a speculazioni non autorizzate in Europa lo rende passibile di denuncia. È quindi sempre meglio prediligere quelle piattaforme che sono autorizzate ad operare in Italia o in Europa. Nonostante nella maggior parte dei casi le piattaforme di trading disponibili online siano effettivamente munite di tale requisito, quindi autorizzate a operare all’interno dell’Unione Europea, può accadere di trovare annunci di piattaforme che non hanno tale requisito. È un pericolo per i soldi investiti ma anche per il trader, che può finire nelle maglie della giustizia. Consob, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, vigila costantemente in questo senso e pubblica delle guide operative, che consentono al trader avveduto di tenersi lontano da questo tipo di proposte, pericolose e non legali.

Ci sono realmente tante truffe nel mondo del trading?
Fino ad ora abbiamo spiegato al trader come tenersi lontano da eventuali truffe o raggiri nel mondo del trading online e come riconoscere i siti gestiti da società che mantengono l’attività di trading all’interno della legalità in Europa. Cerchiamo ora di chiarire la questione riguardante le truffe nel trading online. Che sono effettivamente una realtà, ma non tanto diffusa come si tende a credere. Prima di tutto perché i trader, anche quelli alle prime armi, possiedono degli strumenti per difendersi. A partire dal fatto di diffidare delle proposte che sembrano eccessivamente allettanti, fatte tramite mezzi di comunicazione inusuali: una società che gestisce una piattaforma di trading seria difficilmente cercherà i propri clienti contattandoli telefonicamente, per fare un semplice esempio. Oltre a questo buona parte delle notizie che parano di truffe in realtà parlano di quanto sia rischioso dedicarsi al trading online. Si tratta di un tipo di speculazione molto veloce, durante la quale si possono perdere tutti i capitali investiti, così come in qualsiasi altro ambito d’investimento. 

Tenersi lontano dai problemi
Partendo dalla consapevolezza che investire online, con le piattaforme che offrono soprattutto speculazioni con strumenti finanziari derivati, è un’attività che porta con sé un rischio elevato, è possibile attuare altre strategie che permettono di tenersi lontani da qualsiasi problema, truffa, raggiro o attività non legale. Per questo ultimo frangente è sufficiente avvicinarsi ai siti autorizzati dalla Consob, o da altro organismo equivalente a livello europeo. La Consob pubblica regolarmente i nomi delle società autorizzate a operare in questo settore in Europa, è facile fare dei controlli incrociati. Oltre a questo anche l’ESMA, l’autorità europea per i mercati e gli investimenti, offre un sito costantemente aggiornato. Sul quale sono disponibili news e informazioni per quanto riguarda le attività cui fare particolare attenzione. Al trader sta semplicemente il compito di tenersi aggiornato e di verificare sempre gli strumenti che sta utilizzando.I divieti dell’ESMA
Negli ultimi anni l’ESMA ha vietato in Europa alcune tipologie di attività di trading online. Si tratta in particolare del trading con le opzioni binarie. Questa attività non è stata considerata illegale, ma troppo rischiosa. L’analisi fatta da tale autorità nel corso di alcuni anni ha mostrato che circa il 70% degli investitori europei che si dedicavano a speculazioni con le opzioni binarie perdeva gran parte di quanto investito. Questo ha portato al divieto di effettuare tali speculazioni all’interno dell’Unione Europea. L’autorità ha quindi protetto i cittadini dell’Unione, preservandoli dalla possibilità di dedicarsi a una speculazione decisamente troppo rischiosa. Se è vero che rischiare di più può potenzialmente offrire maggiori guadagni, quando tali guadagni arrivano solo raramente il rischio non vale più la pena. Un’azione di questo genere da parte dell’ESMA presuppone una regolare verifica sull’andamento degli investimenti nel mondo del trading online e un’attenzione particolare nei confronti dei cittadini, visti come consumatori in questo caso.