La tassazione delle aziende in Austria

Trasferirsi in un Paese estero per poter ottenere uno stipendio sicuro e stabile è il sogno di moltissime persone. 

Chi non vorrebbe lavorare per progredire e ottenere così una propria indipendenza e soprattutto ottenere soddisfazioni non solo a livello lavorativo ma anche personale.

Ebbene, andare a vivere fuori dall’Italia non è semplice come molti erroneamente possono pensare perché sono tanti gli aspetti da considerare soprattutto se l’intento è quello di aprire un’impresa all’estero o ampliare il proprio business.

Se non si hanno le giuste informazioni, ecco che potrebbero insorgere delle conseguenze fiscali non indifferenti, per questa ragione abbiamo deciso di realizzare questo post con tutte le informazioni utili in merito al sistema fiscale austriaco.

Far crescere il business in Austria: economia

Per quanto concerne la crescita economica, l’Austria rispetto agli altri Paesi dell’Unione Europea si attesta sopra la media. 

In particolar modo questo Paese è al secondo posto dell’UE per quel che riguarda la ricchezza, inoltre le infrastrutture sono sviluppate molto bene e i consumatori hanno un potere di acquisto molto alto.

È stato appurato che c’è una bassa pressione fiscale sulle imprese (nessuna tassa patrimoniale sulle attività industriali). 

Con i suoi 8 milioni di abitanti oltretutto, riesce a raggiungere un tasso di occupazione del 78%.

Moltissimi sono i settori evoluti, in particolar modo, quelli maggiormente sviluppati sono: 

  • l’agricoltura, 
  • il comparto del turismo;  
  • il settore dell’industria. 

Molto rilevante è altresì il comparto degli automezzi. Basti pensare che la produzione di ingranaggi e motori rappresenta il 90% delle esportazioni.

Qual è la normativa societaria da rispettare in Austria

C’è una legge che disciplina il diritto societario austriaco, nello specifico la legge n.304/1996

Le forme societarie in Austria sono tante, di conseguenza gli stranieri possono costituire ditte, acquisire aziende oppure ricoprire posizioni dirigenziali non indifferenti.

Il diritto societario austriaco dà la possibilità di scegliere tra le varie forme costitutive di società, tra le più importanti e quelle maggiormente apprezzate per fini fiscali sono le società di capitali e le società di persone.

Ma qual è il sistema fiscale attualmente in vigore?

Uno dei motivi che spinge molti imprenditori ad espandere il proprio business in Austria, sono gli incentivi che l’Austria offre a tutti coloro che desiderano investire in questo paese. 

Si tratta di contributi pubblici che coprono parte dei costi del progetto d’investimento: per intendere quanto detto, il governo federale offre crediti a tasso agevolato fino al 75% dell’investimento, sovvenzioni per la formazione professionale, agevolazioni fiscali con possibilità di ammortamenti.

Inoltre il problema della doppia tassazione non esiste perché l’Austria ha stipulato una convenzione sul reddito prodotto

Infatti se l’aliquota applicata alla tassazione del reddito prodotto è superiore al 15%, nel caso di persona fisica e dopo aver presentato opportuna documentazione che attesti la residenza fiscale in Italia, non si dovrà pagare alcuna tassa, mentre se è al di sotto in tal caso troverà applicazione il metodo del credito di imposta.

Comments

comments