Blog e business: come si comportano le aziende

 

Riuscire a trovare il giusto nesso o il necessario compromesso tra il blog e il business non è certo semplice. Anzi, il più delle volte il disinteresse verso il proprio prodotto determina un insieme di concause che fanno celermente crollare sia aspettative di guadagno che prospettive di sviluppo del progetto stesso.

Oggi non è più così immediato trovare un nesso tra un blog e le proprie passioni, ma gli stessi strumenti-diario sono ormai diventati lo specchio delle aziende: sono sempre maggiori le aziende, infatti, che si dedicano alla cura di un settore blog per alimentare il proprio business, per rendere partecipi i propri utenti e potenziali clienti, farli interagire in maniera costruttiva, sia verso ciò che l’azienda scrive, sia verso i prodotti o i servizi che offre. In questo modo, il business non è generato direttamente dal blog (inteso come guadagno per i contenuti prodotti), ma è qualcosa di indiretto, anche se contestualmente proficuo.

Considerate ad esempio un’azienda di ristrutturazioni o riqualificazione energetica, che si occupa direttamente di installazioni di pannelli solari e fotovoltaici: avrà grande attenzione per i contenuti del proprio blog, specie se essi alimentano il mercato, semplicemente spingendo idee e opportunità nel settore: incentivi sulle rinnovabili, leggi e norme di settore, vantaggi energetici e riduzione sui consumi, consigli e novità.

Il blog e il business sono così legati, anche se non vengono intesi con la vecchia accezione, forse ormai obsoleta, del guadagno generato direttamente dai contenuti, specchio delle passioni del blogger: magari i contenuti sono proprio dettati dal “taglio” aziendale, che, per fortuna, abbraccia tutto ciò che offre il web 2.0.

Comments

comments